FANDOM


Servo morfeo
I Servi di Morfeo sono i soldati non-morti che compongono la maggior parte dell'esercito del Dio dei Sogni, venendo dalla terribile nebbia nera.

Serie di God of War Modifica

Il rapimento di Elio e la scomparsa del sole. Modifica

Quando il Dio del Sole venne strappato dal suo carro nel cielo, ad opera di Persefone e del titano Atlante; la luce scomparve dal mondo mortale e divino.
Servi morfeo

I servi di Morfeo cominciano la loro incessante marcia, trucidando tutti coloro che non sono caduti vittima dell'oscura e terribile nebbia.

In una terra in cui le tenebre ormai regnavano incontrastate, Morfeo, Dio dei Sogni, colse l'occasione per conquistare il potere assoluto tanto anelato. Per riuscire nel suo intento, il figlio di Nyx rilasciò sul mondo una terribile nebbia senziente, che inghiottiva ed addormentava qualsiasi cosa lungo il proprio cammino. La stessa nebbia cominciò poi a creare il vero esercito di Morfeo, costituito dai suoi servi, dalle Gorgoni oscure e da terribili Bestie; che avevano il compito di eliminare tutti i mortali che riuscivano a sfuggire alla morsa della foschia, e che si erano radunati intorno ai piccoli incendi (nati dallo schianto del Carro del Sole sulla terra ed unico punto debole della nebbia).
Servi morfeo spade

Uno spettro in procinto di attaccare il Fantasma di Sparta, con entrambe le proprie spade intrise con il potere della tremenda nebbia nera del Dio dei Sogni.

Simili nei movimenti agli opliti ed ai legionari non-morti; i servi del figlio di Nyx sono terribili fantasmi la cui essenza è composta dalla stessa nebbia che li ha generati. Per poter interagire con il mondo fisico, queste ombre indossano una spettrale armatura (forgiata dal bronzo o dall'oro) e sono armati con due spade gemelle, intrise col potere stesso della foschia. Una volta indeboliti, Kratos le afferra per il collo e una volta sbattute a terra le decapita con l'ausilio delle Spade del Caos.

Servo morfeo morte kratos

Kratos s'accinge ad uccidere un servo del Dio dei Sogni, decapitandolo con le sue spade.

Molti di questi spettri si frapposero al Fantasma di Sparta (dopo il suo arrivo nella città di Maratona) nel suo viaggio verso il distrutto Tempio di Elio e verso i Destrieri del Fuoco; combattendo a gruppi e supportati o da dei loro simili armati di arco e frecce fatte della stessa energia e potere sprigionati dalla nebbia nera; o da alcune gorgoni oscure.

Kratos servi morfeo maratona

Kratos mentre combatte un gruppo di servi di Morfeo, lungo le strade di Maratona.

Il ritorno di Elio e la sconfitta Modifica

Con l'aumentare delle tenebre (dovute all'assenza del sole nei cieli), i terribili non-morti, e il resto dell'esercito di Morfeo, riuscirono persino a penetrare all'interno dell'immenso cocchio del Dio del Sole; che fino ad allora era rimasto relativamente intoccato (visto che molte parti della struttura erano in fiamme).
Servi arciere

Uno spettro arciere si prepara ad attaccare Kratos, mentre questi riesce a farsi strada tra la nebbia, servendosi del fuoco di un carretto.

Quando il Fantasma di Sparta riuscì a riportare Elio nel mondo dei vivi e poi nel cielo, Morfeo fu costretto a ritirarsi di nuovo nelle ombre, portando con se la sua oscura foschia e l'esercito da essa derivato.

Curiosità Modifica

  • Nella versione originale del gioco, i Servi di Morfeo sono chiamati 'Shades', cioè 'Ombre'. Nell'antica Grecia, il termine 'ombre' serviva ad identificare le anime dei morti, che non erano nient'altro che il riflesso delle persone, quando queste erano ancora in vita.
  • Stranamente, nella versione rimasterizzata, i servi di Morfeo perdono sangue quando vengono colpiti, pur essendo entità incorporee ed evanescenti, composte solo da nebbia.
  • Nonostante non siano nemici in carne ed ossa, quando vengono colpiti, i servi del Dio dei sogni macchiano comunque di sangue le spade di Kratos.
  • Gli spettri sono sensibili agli attacchi di fuoco dell'Efreet.
  • Quando attaccano, i servi del Dio dei Sogni rilasciano delle onde d'energia nell'aria.