FANDOM


No, mio povero e stupido figlio. E' proprio degli Dei che devi avere paura.

–Il Guaritore

Il Guaritore è una misteriosa figura che aiutò Kratos nell'intraprendere il suo viaggio verso il Pozzo di Asclepio e la preziosa Ambrosia, in esso contenuta.

Non si conosce quasi niente di questa figura, se non che appare soltanto nel fumetto della saga di God of War.

Serie di God of War Modifica

Passato Modifica

Ma una volta, tanto tempo fa, ho sentito un guaritore parlare di una cura...

–Una Levatrice di Sparta

Non si sa molto del passato di questo curatore, ma solo che ha vissuto in una grotta nei pressi di Sparta per un lungo periodo di tempo, aiutando i medici e le levatrici della grande città della Laconia.

La Scommessa tra gli Dei Modifica

Tempo prima degli avvenimenti di God of War: Ascension, sull'Olimpo iniziò una nuova sfida tra alcune divinità. Per vincere la scommessa Poseidone, Ade, Elio, Ermes, Ares e Artemide avrebbero dovuto scegliere un mortale e spingerlo alla ricerca della miracolosa Ambrosia del Dio della medicina. Il primo dei campioni che fosse riuscito a conquistare la preziosa sostanza, avrebbe eletto vincitrice la propria divinità protettrice che come premio avrebbe visto venir eretto un nuovo tempio, in proprio onore.

Guaritore kratos grotta

Kratos raggiunge la grotta nella quale vive il misterioso guaritore, che già sapeva della venuta dello spartano.

Il mortale che il Dio della Guerra scelse per quest'impresa fu il giovane spartano Kratos; e per invogliarlo nella ricerca del prezioso frutto di Asclepio, fece si che la figlia dello spartano (Calliope) nacque infettata dal vaiolo. Lysandra tentò di convincere il marito a salvare la piccola, ma lo spartano conosceva le leggi della città della Laconia: Il destino della neonata spartana era quello di venir gettata dalle pendici del monte Taigeto, perchè a Sparta solo i forti e i sani potevano sopravvivere. Quando però la levatrice nominò una possibile cura per la condizione della piccola, lo spartano le chiese più informazioni e ella lo condusse verso la caverna del guaritore.

Guaritore minaccia kratos

Kratos afferra il curatore per il collo, quando questi gli rivela che non avrà successo nel suo viaggio verso il Pozzo di Asclepio.

So perchè sei qui Kratos. E so che non avrai successo.

–Il Guaritore

Arrivato nella grotta, lo spartano scoprì che il misterioso santone lo stava aspettando, in piedi in mezzo ad una moltitudine di candele. Quando Kratos tentò di spiegare il motivo della sua visita, il curatore lo interruppe spiegandogli che già conosceva il motivo della sua venuta, ma che comunque non avrebbe avuto successo nell'impresa nella quale si era imbarcato. A tali parole, il giovane spartano afferrò il Guaritore per il collo e lo sollevò da terra, minacciandolo di ucciderlo. Il curatore gli spiegò che il suo era un semplice avvertimento avvertimento; donandogli poi la fiamma di Apollo. Il magico dono sarebbe servito a Kratos, come guida verso il Tempio di Asclepio, ma il santone lo avvertì del fatto che però non l'avrebbe protetto dai pericoli lungo il percorso. Una volta ricevuto il nuovo potere, Kratos affermò che non aveva bisogno di protezione, che non aveva alcuna paura e che gli Olimpici l'avrebbero protetto durante il suo viaggio verso Leucade; dopodichè scaraventò il Guaritore a terra e lasciò la grotta.

Guaritore Kratos avvertimento

Il Guaritore, sottovoce, avverte Kratos di temere gli Dei e i loro piani, mentre il giovane spartano lascia la sua grotta.

Non creo io il tuo futuro, Kratos. Io ti avverto e basta.

–Il Guaritore

Ma mentre lo spartano se ne andava, il Guaritore disse, sussurrando, che erano gli Dei dell'Olimpo stessi che Kratos doveva temere.

Destino Modifica

Sconosciuto è il destino del curatore, dopo la riuscita del viaggio di Kratos nel recuperare l'ambita Ambrosia di Asclepio. Probabilmente però, essendo un Dio, tornò in fine sul Monte Olimpo e morì, vari anni dopo, durante la seconda Titanomachia, o durante la distruzione del mondo causata dalla morte di Poseidone.

Curiosità Modifica

  • Sconosciuta è la vera identità del Guaritore, ma molto probabilmente si tratta o di Apollo (ipotesi supportata dal fatto che il personaggio doni a Kratos la fiamma del Dio dell'illuminazione) o molto più probabilmente di Zeus (dato che si riferisce allo spartano chiamandolo "mio povero e stupido figlio").
  • E' singolare notare il fatto che il Guaritore abbia gli occhi completamente bianchi e luminosi (e che lasciano dietro di loro una leggerissima scia luminosa); caratteristica che può essere ricondotta al fatto che il personaggio sia completamente cieco, oppure (cosa molto più probabile) al fatto che egli sia in realtà un Dio sotto mentite spoglie (altro particolare che rende più veritiera la teoria che vede lo stesso Zeus celarsi dietro l'identità del curatore).