FANDOM


Gorgone oscura kratos maratona

Kratos affronta una gorgone oscura, tra le macerie della città di Maratona.

Le Gorgoni oscure sono creature non-morte che compongono l'esercito di Morfeo, il Dio dei Sogni; generate dall'oscura e senziente nebbia nera del Dio.

Serie di God of War Modifica

Il rapimento di Elio e la scomparsa del sole Modifica

Quando il Dio del Sole venne strappato dal suo carro nel cielo, ad opera di Persefone e del titano Atlante; la luce scomparve dal mondo mortale e divino.

Gorgone oscura urlo

Il Fantasma di Sparta lotta contro il disorientamento provocato dalle terribili grida delle gorgoni oscure.

In una terra in cui le tenebre ormai regnavano incontrastate, Morfeo, Dio dei Sogni, colse l'occasione per conquistare il potere assoluto tanto anelato. Per riuscire nel suo intento, il figlio di Nyx rilasciò sul mondo una terribile nebbia senziente, che inghiottiva ed addormentava qualsiasi cosa lungo il proprio cammino. La stessa nebbia cominciò poi a creare il vero esercito di Morfeo, costituito dalle sue gorgoni, dai suoi Servi e da terribili Bestie; che avevano il compito di eliminare tutti i mortali che riuscivano a sfuggire alla morsa della foschia, e che si erano radunati intorno ai piccoli incendi (nati dallo schianto del Carro del Sole sulla terra ed unico punto debole della nebbia).

Kratos attacca gorgone oscura

Kratos attacca una gorgone oscura indebolita, colpendola con calci e pugni.

Kratos spade caos gorgone oscura

Il Fantasma di Sparta, dopo aver schiacciato al suolo l'orribile creatura, le gira intorno al collo le sue terribili lame: le Spade del Caos.

Simili, sia nei movimenti che nell'aspetto, alle normali gorgoni, queste creature (serve di Morfeo) appaiono come esseri femminili non morti dal corpo in decomposizione; che possiedono un busto integro (con mani artigliate e scure quanto la terribile nebbia nera), ma sotto al seno si possono notare i resti del loro stomaco, ormai mummificato. Le ossa della colonna vertebrale e del bacino (esposti all'ambiente esterno) sono tutto cìò che collega queste creature alle loro lunghe e brune code da serpente. Sulla testa portano un elmo d'oro ateniese che copre dei capelli corvini, raccolti in due lunghe trecce alla cui fine pende un anello, anch'esso d'oro. Una volta indebolite, Kratos comincia a prendere a pugni questi esseri, fino a schiacciargli la testa al suolo con dei calci e poi decapitarle con le Spade del Caos.

Kratos decapita gorgone oscura

Lo spartano finisce il mostro, decapitandolo.

Molti di queste tremende creature ostacolarono il Fantasma di Sparta (dopo il suo arrivo nella città di Maratona) nel suo viaggio verso il distrutto Tempio di Elio e verso i Destrieri del Fuoco; attaccandolo con i loro corpi sinuosi e con le loro grida disorientanti (simili a quelli delle sirene), e a volte supportate dagli spettri dell'esercito del Dio dei Sogni.

Il ritorno di Elio e la sconfitta Modifica

Con l'aumentare delle tenebre (dovute alla continua assenza del sole nei cieli), le terribili gorgoni oscure, e il resto dell'esercito di Morfeo, riuscirono persino a penetrare all'interno dell'immenso cocchio del Dio del Sole; che fino ad allora era rimasto relativamente intoccato dall'orda (visto che molte parti della struttura erano in fiamme).

Quando il Fantasma di Sparta riuscì a riportare Elio nel mondo dei vivi e poi nel cielo, Morfeo fu costretto a ritirarsi di nuovo nelle ombre, portando con se la sua oscura foschia e l'esercito da essa derivato.

Curiosità Modifica

  • Nella versione originale del gioco, le gorgoni oscure vengono chiamate "Banshees". Nella mitologia Irlandese, le banshee sono spiriti femminili (appartenenti al popolo fatato) che preannunciavano con le loro grida e lamenti la morte di un componente della famiglia da loro protetta. Nel fantasy moderno, le banshee sono diventate degli spiriti maligni, le cui terribili urla e lamenti possono portare alla follia o persino uccidere all'istante.
  • Come nel caso dei servi di Morfeo, le gorgoni oscure, pur essendo esseri nati dalla nera nebbia del Dio, sanguinano se colpite.