FANDOM


Dicono che la sua Ambrosia possa curare ogni malattia. Forse persino la morte.

–Una Levatrice di Sparta

Ambrosia

L'Ambrosia è il cibo / la bevanda che di solito viene consumata dagli Dei, e si teorizza che se un mortale riesca a consumarla possa acquisire l'immortalità e anche guarire da malattie e ferite gravi.

Serie di God of War Modifica

Nella serie di God of War l'Ambrosia era un frutto creato da Asclepio, il Dio della Medicina, e che veniva conservato all'interno del suo tempio, sull'isola di Leucade.

Dopo esser riuscito a sfuggire dalla sua prigionia nel Tartaro; il Centimane Gige raggiunse il tempio del Dio delle cure per riuscire ad ottenere il magico frutto con il quale curare lui e i suoi fratelli (Briareo e Cotto) e riottenere così il potere di conquistare il mondo generato dal loro padre, Urano. Sfortunatamente la fuga dagli Inferi aveva assai indebolito il mostro, costringendolo ad addormentarsi; subito dopo essere riuscito ad entrare in possesso del magico nettare, che rimase così sulla sommità del Centimane.

Tempio di asclepio

Kratos raggiunge il tempio di Asclepio e trova l'albero dell'Ambrosia

Nel corso degli anni il frutto germogliò sopra Gige, andando a formare una grossa e possente pianta di Ambrosia.

Kratos spreme l'Ambrosia

Kratos spreme un frutto d'Ambrosia, per ottenerne il succo

Quando gli Dei decisero di prendere parte ad una nuova scommessa (molto tempo prima degli avvenimenti di God of War: Ascension), mandarono i loro campioni alla ricerca della miracolosa Ambrosia; tra questi figurava Kratos, dato che sua figlia Calliope, appena nata, venne infettata dalla peste da Ares. Dopo un estenuante viaggio, lo spartano riuscì a raggiungere il tempio di Asclepio, a trovare il possente albero dell'Ambrosia e spremere uno dei suoi frutti per ottenerne un potente elisir di guarigione, col quale poter curare sua figlia. Dopo aver lottato contro Cereyon (il campione del Dio del Sole, Elio) e i suoi poteri pirocinetici (che bruciarono tutto, comprese le molte mani di Gige, ma non l'albero dell'Ambrosia) e il barbaro Alrik (il campione di Ade), che riuscì a sottrargli l'Ambrosia per un breve periodo di tempo; Kratos riuscì a far ritorno a Sparta dove poté curare Calliope.

La morte di Gige e la distruzione dell'Ambrosia

La morte di Gige e la distruzione dell'Ambrosia

Molti anni dopo, a seguito della sua ascesa all'Olimpo (dopo la morte di Ares) il Fantasma di Sparta scoprì che alcuni dissidenti volevano usare il magico frutto per far tornare in vita l'ex Dio della Guerra; Kratos tornò allora nell'ormai distrutto Pozzo di Asclepio e dopo aver affrontato Gige (infuriato con lui per aver contribuito al ferimento di molte delle sua mani), lo spartano riuscì a bruciare il Centimane con la fiamma di Apollo, distruggendo anche il grande albero magico ed impedendo così anche il possibile ritorno di Ares.

Curiosità Modifica

  • Molto probabilmente la bevanda con cui Era si ubriaca in God of War III è proprio l'Ambrosia di Asclepio.